Mobilità sostenibile. Inaugurata stazione per ricarica rapida veicoli elettrici alla Centrale Biogas di Decimoputzu

Share This
Mobilità sostenibile. Inaugurata stazione per ricarica rapida veicoli elettrici alla Centrale Biogas di Decimoputzu
Mobilità sostenibile. Inaugurata stazione per ricarica rapida veicoli elettrici alla Centrale Biogas di Decimoputzu

E’ attiva in Sardegna la prima stazione di ricarica rapida ad accesso pubblico che associa il biogas alla mobilità elettrica, installata presso la Centrale a Biogas di Decimoputzu, su iniziativa di Fera, Fabbrica Energie Rinnovabili Alternative, che opera dal 2001 nel settore delle energie rinnovabili: eolico, solare a concentrazione e biogas.

L’energia prodotta dalla Centrale a biogas di Società Agricola AGRIFERA, azienda del Gruppo FERA, rifornisce la colonnina ad accesso pubblico installata nei pressi dell’impianto. Un ciclo virtuoso a disposizione dei veicoli elettrici ventiquattr’ore al giorno, sette giorni alla settimana.

“Utilizzare energia rinnovabile per il rifornimento dei veicoli elettrici – spiega Cesare Fera, presidente Fera – è garanzia di mobilità a impatto zero. È il rifornimento che ciascun utilizzatore di veicoli elettrici vorrebbe avere facilmente a disposizione, perché ha già fatto una scelta d’acquisto ispirata alla sostenibilità ed è molto attento agli impatti reali del suo veicolo sull’ambiente.”
La colonnina installata da AGRIFERA ha una potenza di 22 kW e ha due prese tipo 2 – Mennekes. È compatibile con tutte le auto elettriche (BMW, Nissan, Renault) ed è facile da usare, perché la tessera è a disposizione degli utilizzatori sulla colonnina. Nel tempo di attesa, è possibile richiedere al personale della Centrale di vistare l’impianto, al cui interno è stato allestito un percorso didattico dedicato al ciclo e alla tecnologia del biogas.
“Il biogas viene prodotto con un ciclo di approvvigionamento e trasformazione virtuoso sotto tutti i punti di vista – aggiunge Cesare Fera. È un ciclo completamente integrato nel tessuto agricolo del territorio e porta, con procedimenti completamente naturali, alla produzione di energia elettrica e termica prive di impatto sull’ambiente. Non solo: dalla produzione del biogas residuano sostanze altamente nutritive riapplicabili, con la concimazione, in agricoltura riducendo o addirittura eliminando le concimazioni con prodotti chimici di sintesi. È questo ciclo che abbiamo voluto rappresentare nel percorso didattico all’interno della Centrale, con un accento particolare sul binomio biogas – mobilità sostenibile, che inauguriamo a Decimoputzu ma replicheremo con l’altra nostra centrale a biogas di Guspini.”

Lascia un commento

Your email address will not be published.

- Advertisement -